Cirio non si rallegri. Il voto non premia il suo Governo.

Ho letto le dichiarazioni entusiaste rilasciate dal Presidente Cirio agli organi di informazione sulla vittoria del centrodestra. Consiglio al Presidente della Regione di non rallegrarsi troppo perché certo il voto ha premiato il centrodestra, ma, come sa bene anche lui, è stato trainato dall’unico partito di opposizione al Governo Draghi e, quindi, non si riferisce in alcun modo al suo governo. Il confronto si è tenuto sui temi nazionali e non certo su quelli locali. Il malessere, infatti, in Piemonte è profondo e il Partito Democratico l’ha colto, registrato e percepito negli oltre 20 incontri del tour dem.

Adesso bisogna guardare avanti  e per le elezioni regionali presenteremo un programma e un’alleanza alternativi che permetteranno al centrosinistra di vincere e di rimediare agli errori di Cirio e della sua Giunta. Torneremo a parlare di giovani, Finpiemonte e sanità con le nostre proposte. Da qui partiremo per costruire un progetto alternativo a Cirio e continueremo a girare il Piemonte per raccontarlo. Noi siamo la vera alternativa!