Infermieri. Da Icardi nessuna data per un concorso. La carenza proseguirà per mesi.

Quali iniziative la Giunta Cirio intende adottare per risolvere il problema della carenza del personale infermieristico in Piemonte?
Questa la domanda che ho posto in Consiglio regionale all’Assessore alla Sanità Luigi Icardi per fare finalmente chiarezza su un tema che preoccupa anche i sindacati del settore che hanno evidenziato la presenza di “tanti contratti a termine e nessuna previsione di un concorso a tempo indeterminato per dare stabilità a un sistema che dovrà supportare un carico di lavoro eccessivo”.
Qualche mese fa, infatti, in piena seconda ondata del Covid-19, sono stati attivati bandi per il reclutamento degli infermieri, ma soltanto prevedendo un contratto di 36 mesi, mentre, attualmente, molte Regioni hanno programmato assunzioni a tempo indeterminato, opportunità che attrae anche il personale piemontese.
Al momento in Piemonte non risulterebbe l’intenzione di attivare bandi per procedere a nuove assunzioni che consentirebbero di proseguire la campagna di inoculazione di vaccini anti Covid-19, di riprendere l’ordinaria attività e di smaltire le lunghe liste di attesa. Occorre organizzare un piano di assunzioni che garantisca stabilità agli infermieri.
L’Assessore Icardi continua a portare avanti l’idea di un’Azienda Zero e una riforma della sanità spezzatino, mentre occorrerebbe ripensare globalmente il sistema sanitario piemontese, a partire dal potenziamento del personale.
Nella sua risposta l’Assessore Icardi ha precisato che in un primo momento per far fronte alla seconda ondata della pandemia è stato disposto l’obbligo per le ASL di utilizzare le graduatorie per assunzione a tempo indeterminato delle altre Aziende sanitarie. Successivamente, essendo emersa la necessità di una programmazione a livello regionale delle assunzioni del personale, si è diviso il Piemonte in quattro Quadranti, chiedendo ai territori i dati sul fabbisogno. La Regione, valutati con attenzione questi dati, procederà ad attuare i bandi di assunzione. L’Assessore fa riferimento a una delibera del dicembre scorso e a concorsi da organizzare tra mesi.
Tuttavia, sottolineo che la nostra sanità per poter dare risposte tempestive e efficaci ai bisogni dei cittadini avrebbe necessità di assunzioni di infermieri subito e non in un futuro più o meno lontano. Ancora una volta si è perso troppo tempo e purtroppo permarrà ancora per mesi la carenza di personale infermieristico.