RILANCIO PIEMONTE? GIUNTA CON ZERO IDEE

RILACIO PIEMONTE A QUOTA ZERO 
                                                                                                                                             Il maxiemendamento al Bilancio della Regione presentato oggi in Commissione dall’assessore Andrea Tronzano non contiene un piano per il rilancio del Piemonte né investimenti che vadano oltre la normale amministrazione. Registriamo anzi un crollo degli investimenti in moltissimi settori cruciali. Sono state ripristinate parzialmente le risorse per la cultura ma un settore così duramente colpito dalla pandemia avrebbe dovuto essere destinatario di misure più incisive.
Cinema, teatri, musei, mostre e associazioni dovranno ripartire con uno slancio diverso, vanno immaginati modelli nuovi di organizzazione della cultura.
Manca poi  una politica industriale: la Giunta Cirio si sta distinguendo per l’assenza di una visione di
rilancio economico. Ancora una volta troviamo misure spot e una tantum sulla povertà o bonus come nel caso del turismo, ma senza una politica per il rilancio del territorio. E il trasporto pubblico locale è stato decurtato di 8 milioni, fondi che faremo in modo vengano ripristinati nell’Assestamento di Bilancio.
Non c’è nessuna idea  per contrastare l’emergenza, far ripartire l’economia, fronteggiare l’emergenza
sociale; nessuna strategia che caratterizzi un Bilancio che dovrebbe dare una svolta al Piemonte.