LA STERILE POLEMICA DI CIRIO

La situazione sanitaria non va affatto bene nella nostra Regione; stretta tra la Francia dove il contagio è fuori controllo e la Lombardia. Si parla tanto, per ovvi motivi, della Lombardia, che ha in assoluto i numeri peggiori sin da quando tutto è iniziato, a fine febbraio. Ma a Torino e nelle altre province della Regione i dati del contagio sono allarmanti.  Come Presidente del Gruppo Pd in Regione mi rivolgo al Presidente Cirio e all’ Assessore Icardi dicendo loro che non è tempo di fare polemica. Non lo è per noi della minoranza che non possiamo passare  le prossime settimane a ricordare alla maggioranza di centrodestra tutte le molte cose che hanno sbagliato e sottovalutato, e non ultimo  l’aver negato fino a qualche settimana fa la possibilità di una seconda ondata di Covid. I prossimi 10 giorni saranno decisivi. E’ doveroso per la maggioranza che governa oggi il Piemonte usare ogni istante del lockdown per fare uscire la nostra Regione  dalla tragedia. Gli ospedali torinesi si trovano  nella stessa situazione di marzo, forse peggio ;  molti codici rossi in attesa di ricovero non hanno un posto dove stare, si tratta di donne e uomini in attesa di essere intubati e di essere curati. Per dare il  posto ai malati covid19 vengono  sacrificati posti letto per malati di altre patologie magari non urgentissimi….,mi chiedo : “il prossimo passo quale sarà”?   Si registra una situazione in cui i sanitari ormai sono costretti a mettere le barelle nei corridoi e riempire di lettini le chiese degli ospedali. Siamo nel bel mezzo della seconda ondata e la stiamo combattendo quasi a mani nude.           Trovo stucchevole da parte della  maggioranza di centrodestra continuare a dare le colpi agli altri e non  cerchino  di distogliere l’attenzione dei cittadini puntando sul falso problema dell’appartenenza o meno alla zona rossa.