COVID19…LA GIUNTA REGIONALE NON HA ALCUN PROGRAMMA

La pandemia da COVID19 ha determinato a livello internazionale un’emergenza sanitaria pubblica devastante.                                                In Italia l’attenzione dei media si è spesso focalizzata  sulla Regione lombardia ma a torto anche le altre regioni come il Piemonte hanno registrato una situazione drammatica. A mio parere la battaglia contro il COVID19 non è ancora vinta anzi… i dati internazionali non sono per nulla incoraggianti ma estremamente preoccupanti infatti i segnali provenienti da tutto il mondo e anche da Paesi europei quali Francia, Spagna e Germania testimoniano il perdurare e la diffusione del temibile virus. Da noi l’allerta è tornata ad essere alta; la curva dei contagi è in risalita. Questa situazione non è da sottovalutare è necessario che tutti e in particolar modo le istituzioni mettano in campo tutti i mezzi e tutte le misure affinché ci si trovi preparati per  garantire un’ adeguata assistenza sanitaria nel caso in cui, come prevedono i virologi, il prossimo autunno ci troveremo a dover affrontare simultaneamente l’arrivo dell’influenza stagionale e una nuova ondata di COVID19  peraltro con sintomi molto simili. Quest’eventualità affatto remota provocherebbe fortissime pressioni come già accaduto nel recente passato fortissime pressioni sulla tenuta del Sistema sanitario. Ritengo per tutti i motivi sopra detti agire con anticipo in modo da farsi trovare preparati con la garanzia di avere a disposizione tutti i dispositivi di protezione e di cura necessari a garantire a tutti i piemontesi un’adeguata assistenza e cura degni di un servizio sanitario efficiente.Per questi motivi ho interrogato in seduta  di Consiglio  l’Assessore regionale alla Sanità Icardi per sapere come si prepara la nostra regione ad affrontare una possibile nuova ondata di COVID19.                                                                          Devo per l’ennesima volta constatare l’inettitudine amministrativa di questa Giunta di centro destra; infatti, l’Assessore ha dato risposte molto generiche e peraltro non supportate da alcun dato o da  indicazioni economiche sulle risorse disponibili .                                                                        Mi aspettavo un programma ,un protocollo invece …nulla, siamo quasi a settembre e al momento la Giunta naviga a vista…..solo indicazioni generiche…                                                                                                                      Non si amministra in questo modo il Piemonte!!!  E’ mia intenzione chiedere subito un ‘audizione in Commissione sanità per tenere alta l’attenzione e la guardia su un problema delicatissimo come quello che rappresenta il COVID19.