I motivi del mio sostegno a Nicola Zingaretti

Domenica le Primarie del Partito Democratico per l’elezione del nuovo segretario nazionale

Senza troppi giri di parole: la notizia, che già in parte avevo anticipato, è che sosterrò con convinzione Nicola Zingaretti, alle primarie del Partito Democratico. Ci sarà modo, naturalmente, di esplicitare le motivazioni di questa mia scelta nei prossimi mesi e nei luoghi più congeniali per un dibattito più approfondito ma vorrei darvi almeno un’anteprima.

Che cosa mi ha convinto?

La sintesi delle mie motivazioni la presento a partire da tre semplici proposizioni presenti all’interno della sua mozione:
Nel corso degli ultimi anni abbiamo più volte governato noi. Abbiamo ottenuto grandi risultati e tenuto le redini del Paese meglio degli altri. Tuttavia, abbiamo commesso anche molti errori.
Quindi, l’idea è quella di dire no al rinnegare le azioni dei nostri governi, ma, anche, sì al riconoscimento degli errori che abbiamo commesso. In particolare, penso che il tema centrale sia che abbiamo definito una ottima politica industriale che porterà alla crescita del nostro Paese e quindi alla creazione di posti di lavoro nel medio periodo, ma non abbiamo risposto ai bisogni di oggi delle persone, ovvero alla loro richiesta di protezione sociale e di sostegno.
Ripartiamo, dunque, dalla protezione sociale e dai bisogni di oggi, senza perdere di vista l’ orizzonte e la crescita e diventeremo la vera alternativa a questo governo. Di tutto questo – e di molto altro – abbiamo parlato nell’incontro con Paolo Gentiloni a Torino, iniziativa – come ormai saprete – a sostegno di Nicola Zingaretti per le Primarie del Partito Democratico.

#sìalfuturo